CIBES

Centro Internazionale Bibbia e Storia

 

Home

Chi siamo

Associazione

Iniziative

Scuola della Bibbia

Studi

   
 

        Giovanni Odasso

 

        Professore di Esegesi e di Teologia Biblica nella Pontificia Facoltà Teologica S. Bonaventura (Seraphicum) - Roma

         Già  Professore di Introduzione e di Esegesi della Sacra Scrittura nella Pontificia Università Lateranense - Roma

                  Professore di Teologia delle Religioni nella Pontificia Università Urbaniana - Roma

                  Professore di Teologia Biblica e di Lingua Ebraica nel Pontificio Ateneo S. Anselmo  - Roma

   

        Pubblicazioni:

              Tra le pubblicazioni si segnalano:

                              «Isaia», in La Bibbia PIEMME, Ed. Piemme, Casale Monferrato (AL) 1995, 1667-1804.

                                        Commento esegetico-teologico al libro di Isaia. Nell'Introduzione sono trattate le questioni della storia della composizione e della redazione finale del libro in quanto determinanti nel configurare la Visione di Isaia (cf. Is 1,1). La Conclusione ripercorre lo sviluppo del messaggio teologico, nelle varie fasi dell'elaborazione della Visione di Isaia, con reinterpretazioni, attualizzazioni e nuovi motivi, mettendo in luce il loro convergere nell'annuncio escatologico del nuovo esodo e della nuova Sion.

 

                          Bibbia e religioni. Prospettive bibliche per la teologia delle religioni (Studia 46),

                                                 Urbaniana University Press, Roma 1998. 

                                        Nei pochi decenni della sua esistenza la Teologia delle Religioni ha sviluppato risposte tra loro inconciliabili.
Il paradigma ecclesiocentrico ("fuori della Chiesa non c'è salvezza") è stato sostituito dal paradigma cristocentrico ("Cristo salvatore unico di tutti gli uomini"). Alcuni teologi inoltre, ritenendo insufficiente anche questa prospettiva, hanno proposto il paradigma teocentrico, secondo il quale Dio è la fonte della salvezza e Cristo è soltanto uno dei mediatori.
Le tre concezioni, note anche con i nomi di esclusivismo, inclusivismo e pluralismo, testimoniano che la Teologia delle Religioni ha mosso i suoi primi passi senza un adeguato fondamento biblico. La presente opera di Giovanni Odasso intende offrire un contributo proprio in questo ambito specifico. Con un approccio ampio e nel contempo essenziale, l'Autore prospetta le connessioni storiche tra la fede d'Israele e le religioni del tempo; individua le prospettive teologiche più significative dell'A.T., dal profetismo alla tradizione apocalittica; infine evidenzia le tematiche del N.T., incentrate nella confessione del Signore risorto e nella riflessione sulla situazione degli uomini che non conoscono il Vangelo (Rom 2; At 17). Le religioni in tal modo sono colte nell'ottica neotestamentaria della risurrezione di Cristo, compresa nella Luce di tutta la Scrittura. Il libro che si caratterizza anche per il contributo alla conoscenza della Teologia Biblica, consente di superare i limiti delle soluzioni proposte, in particolare dell'esclusivismo e del pluralismo, pur salvandone le istanze positive.
Si amplia così il campo della ricerca teologica sull'intera questione e si delinea la legittimità teologica di una comprensione congruente delle religioni che, lungi dall'escludere o attenuare la missione della Chiesa, orienta ad una intelligenza più profonda del suo mistero. L'insieme della ricerca, quindi, oltre a consentire una precisazione delle conoscenze della teologia biblica su alcune tematiche fondamentali, apre un itinerario profondo alla Teologia delle Religioni.

 

 

          Altri recenti studi sono pubblicati nelle riviste scientifiche e di alta divulgazione:

   Parola Spirito e Vita (EDB, Bologna)

   Lateranum  (PUL, Roma)

   Culmine e Fonte  (Roma)
 

                                                      

 

 

 

 

 

All rights reserved MPS © 2012